Breaking News

Dopo il trapianto torna a giocare a volley, la storia della campionessa Sara Anzanello

In occasione della campagna di sensibilizzazione 'Diamo il meglio di noi', la giovane , trapiantata di fegato, parla della sua esperienza: “Lo sport ti aiuta a vincere anche la malattia”. Bionda, altissima (190 cm) e oggi molto più magra di qualche anno fa quando giocava in serie A, collezionando numerose presenze. Fra queste quella dell'oro Mondiale in Germania nel 2002. E’ la “nuova” Sara Anzanello, soprannominata Anza, che domani sera parteciperà al concerto-spettacolo organizzato per la campagna di sensibilizzazione “Diamo il Meglio di noi” su donazione e trapianto di organi, tessuti e cellule promossa da ministero della Salute, Centro Nazionale Trapianti e Associazioni di settore. Sara racconterà la sua esperienza di trapiantata e testimonierà in prima persona l’importanza vitale della donazione d’organi. L’abbiamo raggiunta a casa sua, a Treviso, per chiederle un anticipo di ciò che dirà domani sera.