Breaking News

Italiani scoprono nel cervello freno 'anti-abbuffata'

Premuto con molecola ad hoc, ferma l'insalubre comportamento 
ROMA - Scienziati italiani hanno scoperto nel cervello un freno per fermare le abbuffate, un comportamento patologico comune a molte malattie, da obesità a anoressia e bulimia: si tratta di un recettore - TAAR1 - presente sui neuroni della 'corteccia prefrontale' che, quando viene premuto, comanda di non lasciarsi andare a insalubri abbuffate. Condotto presso la Boston University da Pietro Cottone e Valentina Sabino, lo studio è stato pubblicato sulla rivista Neuropsychopharmacology e offre una nuova potenziale via per fermare un disturbo davvero diffuso e associato a problemi di salute fisica e psicologica. I ricercatori, spiega Cottone intervistato dall'ANSA, hanno anche dimostrato che la molecola 'RO5256390' sviluppata da una casa farmaceutica (e attualmente in sperimentazione con altre indicazioni) riesce ad attivare questo freno anti-abbuffata e a fermare le abbuffate compulsive e tutti i comportamenti associati.