Breaking News

IV Convegno di Ortogeriatria – Management del paziente ortogeriatrico

17 Ottobre 2016 Verona
La frattura di femore è una patologia epidemiologicamente molto diffusa nei soggetti anziani. Per molti pazienti anziani la frattura del femore significa perdita della completa autosufficienza; per i pazienti più fragili significa perdita della possibilità di tornare a vivere al proprio domicilio; per 1/3 dei pazienti operati significa mortalità ad un anno dall'intervento. La spettanza di vita in Italia è arrivata a 80 anni per l'uomo e 87 anni per la donna, ma la longevità è caratterizzata da fragilità e incidenza di patologie cronico-degenerative. Il paziente anziano con frattura di femore richiede quindi la presa in carico da parte di un team di professionisti che siano in grado di gestire sia la frattura di femore ma anche l'instabilità clinica del paziente con frattura di femore. Le co-morbidità devono essere attentamente stabilizzate per poter sottoporre il paziente all'intervento chirurgico ortopedico entro 48 ore, ma anche al trattamento riabilitativo che inizia nell'immediato post-operatorio. Il modello di cura orto-geriatrico è basato sulla collaborazione tra ortopedico, geriatra e fisiatra e deve integrarsi con il territorio per poter restituire al paziente la possibilità di tornare allo status quo ante frattura.

fonte: www.infocongressi.com