Breaking News

L’asma grave riguarda 300 mila italiani, in arrivo i farmaci «intelligenti»

Approvato dall’European Medicinal Agency il primo di nuovi anticorpi diretti contro gli «interruttori» dell’asma grave. Essenziale non trascurare la malattia più lieve, per evitare l’escalation. 
La terapia dell’asma grave, un problema che riguarda circa 300.000 italiani di cui uno su tre sotto i 14 anni, è sempre più intelligente: a fine estate l’European Medicinal Agency ha approvato il primo di una serie di anticorpi monoclonali diretti contro molecole chiave coinvolte nell’asma grave, il sì dell’Agenzia Italiana del Farmaco è atteso a breve. Lo hanno annunciato gli esperti nel corso del congresso della Società Italiana di Pneumologia (SIP/IRS), sottolineando che l’asma non sempre “nasce” grave ma lo diventa non di rado se una malattia più lieve viene trascurata o curata male a lungo.