Breaking News

Notte dei Ricercatori 2016. Al Neuromed una festa della scienza

Il Ministro Lorenzin loda l’evento molisano e il lavoro degli scienziati. Tre giornate dedicate alla scienza, migliaia gli ospiti che hanno partecipato ad un vero “viaggio della conoscenza” ideato dai ricercatori dell’Istituto di Porzilli.
Ieri Pozzilli e il Molise tutto ha vissuto la Notte dei Ricercatori 2016. Oltre duemila persone, tra studenti, cittadini e curiosi, sono entrate in quelli che per una serata sono stati laboratori veramente “aperti” grazie all’impegno dell’I.R.C.C.S. Neuromed e della sua Fondazione. In un’atmosfera rilassata e informale, sottolineata anche dal sottofondo musicale, si è rinnovato l’impegno di chi fa scienza verso i cittadini. Un evento che ha il valore della sfida europea. Perché nelle stesse ore centinaia di centri di ricerca in tutto il continente hanno fatto lo stesso. Un incontro tra ricercatori e cittadini che ha celebrato l’indissolubile legame tra scienza e società. L’apertura della terza edizione della Notte dei Ricercatori dell’I.R.C.C.S. Neuromed è stata preceduta da un momento di alto valore scientifico: il meeting “La rete degli I.R.C.C.S. delle Neuroscienze e della Riabilitazione: una piattaforma per l’Europa”. I rappresentanti degli Istituti di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico impegnati nelle scienze neurologiche si sono incontrati nel Centro di Ricerche molisano per disegnare una rete italiana capace di pianificare le strategie con le quali il nostro Paese potrà partecipare al grande sforzo mondiale attualmente in atto nel settore delle neuroscienze.