Breaking News

Sonno e neuroscienze. Medici multidisciplinari a confronto a Roma

Apnea notturna, insonnia, sindrome delle gambe senza riposo, disturbi del sonno con patologie neurologiche e psichiatriche. Queste alcune delle tematiche affrontate nel corso del convegno organizzato da Assirem-Associazione scientifica italiana per la ricerca e l’educazione della Medicina del sonno e Fondazione Santa Lucia, che ha preso ieri il via. Insonnia, apnea notturna, sindrome delle gambe senza riposo: sono disturbi del sonno piuttosto diffusi che possono avere una forte incidenza sulla qualità della vita delle persone e sul loro stato di salute. E’ questo uno dei temi al centro del convegno ‘Sonno e neuroscienze’ organizzato da Assirem-Associazione scientifica italiana per la ricerca e l’educazione della Medicina del sonno e Fondazione Santa Lucia, che ha preso il via ieri presso il centro congressi dell’Irccs Fondazione Santa Lucia di Roma. “I disordini del sonno sono molto frequenti. Quello che più colpisce la popolazione è l’insonnia, più della metà delle persone almeno una volta nella vita ne ha sofferto. Ma si può trovare una forma clinica nel 20% della popolazione nazionale - ha spiegato Raffaele Ferri, presidente dell’Associazione Italiana Medicina del Sonno -. Accanto all’insonnia c’è il disturbo del respiro durante il sonno, come le apnee, che sono osservate da vicino dalla Ue, che ha costretto tutti gli Stati aderenti a a legiferare sulla concessione delle patenti di guida ai soggetti che ne sono affetti - ha continuato Ferri - perché l’Osas provoca una sonnolenza patologica e quindi un maggior pericolo di incidenti.