Breaking News

Trapianti, l'età media dei donatori è 62 anni

Il calo di traumi tra i più giovani, spinge il sistema sanitario a migliorare le tecniche per rigenerare gli organi e permette di usare quelli di persone di 70, 80 o addirittura 90 anni. Grazie ai caschi, alle cinture di sicurezza, ai seggiolini, muoiono sempre meno giovani e giovanissimi in incidenti stradali. Un dato positivo, certificato anche dal cambiamento che sta vivendo negli ultimi anni il sistema sanitario in un settore di alta specialità, quello dei trapianti. I donatori, infatti, sono sempre più anziani e medici e ricercatori lavorano per trovare tecniche in grado di "rigenerare" gli organi di persone di 70, 80 e addirittura in certi casi di 90 anni. L'età media di chi dona gli organi nel nostro Paese è di ben 62 anni, contro i 50 di una quindicina di anni fa. Ormai la principale causa di morte di uomini e donne ai quali vengono fatti gli espianti è l'ictus, una patologia che colpisce prevalentemente chi è in là con gli anni.