Breaking News

Valvole cardiache che non funzionano Nasce l’associazione dei malati

Le malattie delle valvole cardiache colpiscono 1 milione di italiani. Sottostimate, sottovalutate, eppure ad elevata mortalità se non curate, queste patologie sono note solo al 5% degli italiani e solo 2 su 100 pensano che valga la pena preoccuparsene. 
Per un europeo over 60 su due, il cuore umano ha due valvole, anche se uno su 100 ritiene non ne abbia alcuna e l’1% che ne abbia più di 10. Le valvole invece sono quattro: aortica, mitrale, tricuspide e polmonare. L’indagine è stata condotta dall’istituto di ricerca britannico Opinion Matters su circa 9mila europei di oltre 60 anni di età, in 9 Paesi, Italia inclusa, e presentata in occasione della nascita di “Cuore Italia - Heart Valve Voice”, associazione che aderisce all’omonima rete europea Heart Valve Voice. Obiettivo: dare voce alle persone con malattie delle valvole cardiache, far conoscere questi disturbi che, sino all’intervento cui si è sottoposto a giugno l’ex premier Silvio Berlusconi, erano ignorati dalla quasi totalità della popolazione. Sono malattie che colpiscono persone soprattutto anziane, la cui qualità di vita viene gravemente compromessa. «Eppure, le malattie delle valvole cardiache si possono individuare facilmente, diagnosticare e soprattutto curare» spiega Roberto Messina, presidente di Cuore Italia - Heart Valve Voice.