Breaking News

Il parassita che entra dai piedi scalzi (e fa danni a distanza di tempo)

I sintomi che provoca lo «Strongyloides stercoralis» sono vaghi e non gravi: prurito, dolori addominali, disturbi respiratori. Ma se le difese immunitarie sono compromesse, il parassita prolifera in modo incontrollato e può invadere tutti gli organi e gli apparati. 
La malattia è la strongiloidosi e deriva il suo nome dal parassita Strongyloides stercoralis le cui larve microscopiche si trovano nel terreno (contaminato da feci umane e forse anche di cane), e penetrano attraverso la cute anche integra, più frequentemente quella dei piedi, ovviamente se si cammina scalzi. È evidente che con il diffondersi dell’igiene (e l’abitudine alle scarpe) questa infezione diventa sempre più rara, ma è ancora diffusa nei Paesi in via di sviluppo. Si stima che nel mondo vi siano almeno 370 milioni di persone colpite e uno studio dell’agosto 2016, su Eurosurveillance, coordinato dal Centro per le Malattie Tropicali di Negrar-Verona con l’Unità sanitaria locale di Verona, condotto in dieci ospedali di Veneto, Lombardia e Friuli-Venezia Giulia, indica che nel Nord Italia vi sono migliaia di casi di questa parassitosi nella popolazione di età geriatrica. I casi riconosciuti sono la punta di un iceberg, e una volta che la malattia è disseminata è spesso troppo tardi.