Breaking News

Problemi a dormire. Chi ne soffre usa di più lo smartphone

Passiamo in media un'ora e mezza al giorno a interagire con il nostro telefono, con tempi medi di accensione di 3,7 minuti. I giovani ne fanno uso maggiore, ma attenzione a non intaccare le funzioni del sonno. 
Quante più volte un utente controlla il proprio smartphone tanto più la qualità del suo sonno è scarsa. Sono questi i risultati emersi da uno studio condotto su PLoS One e primo nel suo genere: "Questo è il primo studio che misura direttamente il tempo in cui uno schermo è attivo e lo confronta con la qualità del sonno", ha detto l'autore senior Dr. Gregory M. Marcus della University of California, San Francisco. " Per calcolare l'attività dello schermo abbiamo usato un’App". I ricercatori hanno analizzato per 30 giorni i dati su un campione di 653 adulti arruolati nell’internet-based Health eHeart Study. Alcuni partecipanti hanno fornito informazioni circa le loro abitudini sonno-veglia, dati demografici e dati di salute. In 30 giorni in media uno schermo di uno smartphone è attivo 38,4 ore. Il tempo medio di accensione è di 3,7 minuti, equivalenti a un'ora e 29 minuti al giorno.