Breaking News

Responsabilità professionale. Prosegue l’esame in Senato. Esaminati i primi 5 articoli. Si riprende il 22 novembre

Approvati gli articoli 1,2, 3 e 5. Accantonato il 4. Via libera, inoltre, a due emendamenti e tre Ordini del giorno. Al momento sono stati esaminati circa un terzo degli emendamenti presentati. L'esame del provvedimento riprenderà a partire dalla prossima settimana. Gli articoli approvati intervengono in materia di sicurezza delle cure, Difensore civico e istituzione dei Centri regionali per la gestione del rischio, Osservatorio nazionale delle buone pratiche, trasparenza dei dati e linee guida.
Prosegue al Senato l'esame del "ddl Gelli" sulla responsabilità professionale per le professioni sanitarie iniziato lo scorso 15 novembre. Nella giornata odierna sono stati approvati gli articoli 1, 2, 3 e 5. Accantonato il 4. Sono stati esaminati circa un terzo degli emendamenti presentati. Via libera oggi anche a due emendamenti (di dettaglio) e tre Ordini del giorno. I lavori sul disegno di legge riprenderanno a partire dalla prossima settimana (Vedi testi articoli approvati, emendamenti e Odg approvato o accantonati). Di seguito, nel dettaglio, ecco il contenuto dei primi cinque articoli approvati. 
Articolo 1 (Sicurezza delle cure in sanità). 
Sono qui presenti norme generali di principio in materia di sicurezza delle cure sanitarie, con le quali viene specificato che essa è parte costitutiva del diritto alla salute, è perseguita nell’interesse dell’individuo e della collettività e si consegue anche mediante l'insieme di tutte le attività intese alla prevenzione ed alla gestione del rischio (connesso all’erogazione di prestazioni sanitarie) e mediante l'impiego appropriato delle risorse strutturali, tecnologiche e organizzative. Si specifica che alle attività di prevenzione del rischio, messe in atto dalle strutture sanitarie e sociosanitarie, pubbliche e private, è tenuto a concorrere tutto il personale, compresi i liberi professionisti che vi operino in regime di convenzione con il Ssn.