Breaking News

Trapianto di faccia, sfigurata dalla neurofibromatosi ora ha un volto nuovo

La donna, operata tre anni fa mostra il suo volto. A causa delle deformità provocate dalla malattia genetica non poteva masticare, parlare e deglutire. 
Una donna polacca rimasta sfigurata da un enorme tumore facciale benigno ha mostrato venerdì il suo nuovo volto durante una conferenza stampa in Polonia al centro oncologico di Gliwice. Joanna, 29 anni, era affetta da neurofibromatosi, malattia genetica che causa tumori benigni che crescono lungo i nervi e che in alcuni casi creano seri problemi estetici e funzionali, come è capitato a lei: per le deformità provocate dalla malattia non poteva più masticare, parlare e deglutire . Tre anni fa ha subito un trapianto di faccia, con un delicatissimo intervento durato 23 ore e oggi, per la prima volta, Joanna ha mostrato il suo volto accanto al medico che l’ha operata, Adam Maciejewski. Restano importanti cicatrici sulla fronte e sul collo, ma le deformità sono scomparse e ha ripreso tutte le funzioni vitali. Durante l’operazione è stato sostituito l’80% della pelle del viso grazie a un donatore, un ragazzo morto alcune ore dopo un incidente stradale. Il tumore facciale non tonerà perché la nuova pelle è formata da geni sani. Nonostante l’apparenza terrificante, i rigonfiamenti sulla pelle chiamati neurofibromi,causati dalla crescita delle cellule, non sono cancerogeni o contagiosi.