Breaking News

È morto Heimlich, l’inventore della manovra anti soffocamento

Il medico americano aveva 96 anni ed è scomparso per le conseguenze di un infarto. Lo scorso maggio aveva salvato una sua coinquilina grazie alla sua semplice tecnica. 
Henry Heimlich, il dottore che ha inventato la celebre manovra anti soffocamento salvando probabilmente migliaia di vittime, è morto sabato a 96 anni. Il medico statunitense si è spento al Christ Hospital di Cincinnati per le conseguenze di un attacco cardiaco che lo ha colpito lunedì scorso. 
L’ultimo salvataggio compiuto a maggio 
Chirurgo toracico dalle tecniche spesso controverse dalla comunità medica, sosteneva di aver contribuito a salvare almeno 100mila persone con la sua tecnica di sblocco delle vie aeree. Una, personalmente, lo scorso maggio quando aveva aiutato un’anziana residente della sua stessa casa di riposo, Patty Ris. Due anni fa aveva pubblicato un suo libro di memorie dal titolo «I miei 70 anni di innovazioni salvavita».
La tecnica 
La tecnica, particolarmente innovativa, era stata inventata nel 1974 quando Heimlich aveva letto un articolo sulla gran quantità di morti avvenute nei ristoranti che, inizialmente, erano state ritenute legate a un infarto ma solo dopo collegate al soffocamento provocato dal cibo ingerito. Il buon senso all’epoca suggeriva di picchiare leggermente la schiena della persona che faticava a respirare, ma questo rischierebbe di far smuovere il boccone verso il basso, peggiorando la situazione. Già una settimana dopo la pubblicazione delle sue ricerche il gestore di un ristorante nello stato di Washington aveva salvato la prima vita, usando la manovra con una giovane cliente che stava morendo soffocata per un boccone di traverso.