Breaking News

Ospedali. Non solo Nola. Da dicembre a oggi ispezionate dai Nas 200 strutture in tutta Italia. “Pronto soccorso sovraffollati un po’ ovunque”

Mobilitati 600 carabinieri per un piano di controlli a tappeto durante le feste natalizie. In totale commutate 19 sanzioni amministrative e 11 persone sono state deferite all’Autorità Giudiziaria. Chiusa una sala operatoria a Ragusa a causa delle rilevate carenze strutturali e organizzative. Ma il problema più evidente è quello dell'affollamento al Pronto soccorso, soprattutto nelle grandi città dove, in alcuni casi, si è registrato un numero di accessi pari al doppio della media giornaliera. 
Dalla chiusura di una sala operatoria a Ragusa ai pazienti curati a terra a Nola fino al rinvenimento di farmaci scaduti senza contare le numerose criticità igienico-strutturali emerse. Sono queste alcune delle risultanze dell attività di controllo straordinario sull’intero territorio nazionale presso le “strutture ospedaliere”, al fine di verificare le condizioni di efficienza dei servizi di assistenza all’utente.effettuate dal Comando Carabinieri per la Tutela della Salute, di concerto con il Ministro della Salute, dal 15 dicembre 2016 ad oggi - in particolare nei giorni delle Festività Natalizie e di fine anno. Nel corso delle attività, per le quali sono stati impegnati complessivamente circa 600 carabinieri dei NAS, sono state visitate oltre 200 strutture, che hanno portato alla contestazione di 19 sanzioni amministrative e al deferimento di 11 persone all’Autorità Giudiziaria. E’ stata altresì disposta la chiusura di una sala operatoria a causa delle rilevate carenze strutturali e organizzative.