Breaking News

Scienziati: “La leucemia è legata all’intossicazione da metalli pesanti”

Le nanoparticelle provengono dall’aria che respiriamo ma anche cibo e acqua sono a rischio. Il legame con la leucemia è evidente come ha scoperto un studio italiano svolto da un team interdisciplinare composto da medici, biologi, farmacisti, bioingegneri e ambientalisti guidati dal Dr. Visani e dalla Dr.ssa Gatti. (in foto)
I dati diffusi dall’OMS, in quello che è considerato il più dettagliato studio finora mai condotto sull’argomento, lasciano senza parole. Il 92% delle persone sul globo, cioè oltre 9 persone su 10, respirano aria troppo inquinata da nanoparticelle di metalli pesanti, aria che danneggia la loro salute respiro dopo respiro. I morti che ne conseguono sono milioni, uccisi da solfati, nitrati e carbone che penetrano in minuscoli corpuscoli nel nostro corpo, fino a ucciderlo. I danni peggiori li subiscono vecchi, bambini e donne gravide. Come riportato dall’Ansa l’aria peggiore di tutta l’Europa occidentale la respiriamo proprio qui in Italia, nessun angolo del nostro paese può vantare zone “verdi”, cioè aree pulite. In particolare la Pianura Padana raggiunge i livelli record presenti altrove ad esempio in Cina e India. L’inquinamento dell’aria è oggi il peggiore rischio ambientale per la salute, responsabile della morte di una persona su 9.