Breaking News

Adroterapia rimborsata dal Servizio Sanitario contro 10 tipi di tumori

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto ministeriale sui nuovi Livelli Essenziali d’Assistenza: l’adroterapia, cura i per i tumori resistenti alla radioterapia tradizionale e non operabili, rimborsata in tutte le Regioni. Tutti i cittadini italiani potranno avere accesso diretto all’adroterapia all’interno del Sistema Sanitario Nazionale: lo stabilisce il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri sui nuovi Livelli Essenziali d’Assistenza (LEA) pubblicato in Gazzetta Ufficiale lo scorso 18 marzo 2017 . L’adroterapia è una tecnica oncologica innovativa che prevede l’utilizzo di fasci di particelle, protoni e ioni carbonio (particelle atomiche, dette «adroni» più pesanti e dotate di maggiore energia degli elettroni e quindi più precise ed efficaci), che colpiscono in modo mirato e preciso le cellule tumorali, preservando i tessuti sani. Fino a oggi le cure con adroterapia erano erogate solo all’interno del Sistema Sanitario Regionale di Lombardia e Emilia Romagna e i pazienti provenienti da altre regioni potevano accedere alle cure solo dopo l’autorizzazione della propria ASL di residenza. 
Adroterapia, solo sei centri al mondo: uno in Italia 
Il CNAO di Pavia, Centro Nazionale di Adroterapia Oncologica inaugurato nel 2011, è uno dei sei centri al mondo (l’unico in Italia) in grado di effettuare l’adroterapia con protoni e ioni carbonio. L’adroterapia permette di somministrare dosi più intense di radiazioni aumentando le possibilità di successo del trattamento in pazienti con determinate caratteristiche. Questa tecnica, infatti, non è sostitutiva della radioterapia, con cui oggi è trattata circa la metà dei malati oncologici, ma è necessaria nei casi in cui la tradizionale radioterapia ai raggi X si rivela inefficace.