Breaking News

Firmato accordo Menarini e Terme di Sirmione. L’azienda fiorentina distribuirà l’Acqua di Sirmione

Sono stati acquisiti dall’azienda farmaceutica i diritti di commercializzazione nel nostro Paese della soluzione nasale, di proprietà delle Terme. Prodotto leader per la salute delle vie respiratorie, a base di acqua termale, microbiologicamente pura, atossica e priva di effetti collaterali è indicata per bambini, anziani e donne in gravidanza. 
Entra nella “famiglia” Menarini la soluzione nasale conosciuta e utilizzata in tutta Italia: l’Acqua di Sirmione. L’azienda farmaceutica fiorentina, grazie a un accordo siglato con Terme di Sirmione, proprietaria del prodotto leader per la salute delle vie respiratorie, ha infatti appena acquisiti i diritti di commercializzazione nel nostro Paese.   L’Acqua di Sirmione, preveniente da Terme di Sirmione è un unicum in quanto esiste solo in natura e non è riproducibile chimicamente. Indicata per bambini, anziani e donne in gravidanza è esclusivamente composta da acqua termale, microbiologicamente pura, 100% naturale, totalmente atossica e priva di effetti collaterali, indicata per la cura di riniti, sinusiti, bronchiti, ma anche per l’igiene e il benessere delle mucose nasali. Nasce a più di 800 metri di quota, sul Monte Baldo, e scende fino a 2100 metri sotto il livello del mare. Questo è un percorso che dura più di 20 anni e che arricchisce quest’acqua di minerali e di proprietà uniche.   “Con Menarini – ha detto Giacomo Gnutti, Amministratore delegato di Terme di Sirmione – abbiamo avviato una partnership importante e di lunga durata con il comune obiettivo di rinforzare la posizione in farmacia del nostro prodotto di punta, presente sul mercato con successo sin dal 94”.   “‘Acqua di Sirmione’ è tra le acque termali – hanno dichiarato Lucia e Alberto Giovanni Aleotti, presidente e vice presidente del Gruppo Menarini –più note e riconosciute nel nostro Paese. Si tratta di un prodotto naturale unico che riteniamo di grande utilità per i pazienti e che vogliamo contribuire a far crescere ulteriormente, a conferma della nostra attenzione verso l’eccellenza e l’unicità italiana”.