Breaking News

L'età del cervello può rivelare le aspettative di vita

I medici potrebbero allertare un paziente destinato a morte prematura 7 anni prima che si ammali. I ricercatori dell’Imperial College di Londra hanno addestrato dei computer ad analizzare le risonanze magnetiche di 669 persone di 73 anni e stabilirne l’età cerebrale che si basa sul volume di tessuto cerebrale. 
L'età del cervello può rivelare l’aspettativa di vita. Per la prima volta scienziati dell’Imperial College di Londra e dell’università di Edimburgo hanno utilizzato delle risonanze magnetiche e degli algoritmi di apprendimento automatico (il cosiddetto machine learning) per cercare di predire l’età cerebrale e le sue conseguenze per la salute degli individui. I ricercatori hanno scoperto che una discrepanza tra l’età del cervello e quella biologica può indicare una morte prematura, ovvero prima degli 80 anni. Per gli uomini l’aspettativa di vita si accorcia se il loro cervello è più vecchio di 8 anni. Mentre per la donna ne bastano solo due. Alla base dell’esperimento c’è una tecnica, sviluppata per la prima volta nel 2010, in grado di misurare il volume del tessuto cerebrale e di stimare la perdita totale di materia grigia e bianca. Questa perdita è considerata un marker del processo di invecchiamento del cervello. James Cole, ricercatore dell’Imperial College e principale autore dello studio, ha raffinato la tecnica dando in pasto agli algoritmi le risonanze magnetiche di oltre 2.000 persone sane, in modo da allenarli a predire correttamente l’età del nostro organo pensante.