Breaking News

La Tumescenza fredda: "Teoria ed applicazioni alla chirurgia plastica"

Dott. Raffaele Ceccarino
Una metodica anestesiologica capace di garantire la realizzazione di interventi chirurgici in regime di chirurgia ambulatoriale è molto richiesta in particolar modo in ambito di chirurgia estetica.
Durante questa tipologia di interventi devono essere utilizzate metodiche anestesiologiche in grado di permettere al paziente di subire l'atto chirurgico in modo non sgradevole e di deambulare al termine del medesimo. Essendo espressamente vietato l'uso dell'anestesia generale, la chirurgia ambulatoriale può essere eseguita solo in analgesia o anestesia locale o loco-regionale. Ad ogni modo sussiste la possibilità di associare sedazione di grado 1-2, su pazienti accuratamente selezionati con il coinvolgimento diretto dell'anestesista. .

Una svolta innovativa da questo punto di vista, è rappresentata dalla Tumescenza Fredda. Ideata negli anni '90 dal Dott. Renato Cappelletti (Anestesista), questa tecnica di anestesia locale per infiltrazione, utilizzando una soluzione anestetica (Lidocaina) molto diluita, è in grado di anestetizzare superfici molto estese senza rischi di raggiungere dosaggi tossici. Inoltre utilizzata a temperature basse (4–6°C) determina una efficace vasocostrizione che riduce notevolmente il sanguinamento intra e anche post operatorio.
Grazie a tale tecnica il paziente subisce perdite ematiche minime e non necessita di sedazione e/o analgesia profonda. Non a caso quest'ultimo durante l'intervento, resta sempre vigile ed orientato. Questo permette tempi di recupero brevi in tutta sicurezza.
La novità inattesa è stata la trasformazione della risposta alla variazione della temperatura di utilizzo, probabilmente per l’intervento di una risposta biologica non più chimica ma fisica (soluzione fredda). 

Il Dott. Raffaele Ceccarino ha messo a punto le relative tecniche chirurgiche (per ogni singolo intervento di Chirurgia Plastica Ricostruttiva ed estetica) associate all'anestesia in Tumescenza Fredda. Tale metodologia, oggi, è un protocollo completo, utilizzato in tutti gli interventi di Chirurgia Plastica Ricostruttiva ed Estetica dello staff medico-chirurgico del Dott. Ceccarino. 
Dopo oltre 20 anni di utilizzo della Tumescenza Fredda, possiamo affermare con un certo orgoglio che essa è in grado di rivoluzionare tutta la chirurgia di superficie e soprattutto la chirurgia estetica ricostruttiva.