Breaking News

Sicilia. Sanità, tariffe laboratori: audizione di Federlab in commissione Sanità


Logo Regione Sicilia
PALERMO. Giornata di audizione per Federlab Italia - associazione di categoria dei laboratori di analisi cliniche e dei centri poliambulatoriali privati accreditati con il Servizio Sanitario Nazionale tra le più rappresentative a livello nazionale - in VI Commissione (Salute, Servizi Sociali e Sanitari) della Regione Siciliana.  L’incontro è andato in scena alla vigilia dell'esame, da parte dell'assemblea regionale, del disegno di legge in materia sanitaria numero 491, che affronta, tre le altre cose, il nodo del “recupero”, da parte dell’ente, delle differenze tariffarie percepite dai laboratori accreditati, nel periodo compreso tra l'1 ottobre 2007 e il 30 maggio 2013. Una vicenda complessa, tuttora al centro di un iter giudiziario non ancora concluso. 
E proprio di quanto i laboratori dovrebbero restituire alla Regione si è discusso durante l’audizione concessa dal presidente della Commissione, Margherita La Rocca Ruvolo su richiesta di Federlab Italia. Presenti Gennaro Lamberti e Pietro Napolitano, rispettivamente presidente e vicepresidente dell’associazione dei laboratoristi, i quali hanno espresso “soddisfazione per l’esito dell’audizione”, ma anche “la convinzione che le criticità emerse, saranno affrontate e risolte”. 
L’associazione di categoria spinge per una riduzione ed una forte dilazione dei pagamenti: “siamo grati al presidente Ruvolo ed al vice presidente Carmelo Pullara per averci ascoltato” hanno rimarcato Lamberti e Napolitano. “Il nostro auspicio è che si possa arrivare ad una transazione che soddisfi entrambe le parti, evitando di gettare sul lastrico decine e decine di laboratori privati” hanno concluso.