Breaking News

Tetti di spesa, Lamberti (Federlab): "Monitoraggio al palo, Asl e Regione Campana si diano una mossa. Centri privati rischiano crisi"

In foto Gennaro Lamberti (Federlab Italia)
NAPOLI. "Asl ferme sui tetti di spesa, monitoraggio al palo. E la piattaforma varata dalla Regione Campania per il controllo della spesa, non è ancora effettivamente entrata in funzione. Risultato: i centri poliambulatoriali privati accreditati con il Servizio Sanitario Nazionale rischiano il collasso". Lo denuncia, in una nota, Gennaro Lamberti, presidente di Federlab Italia, tra le maggiori associazioni di categoria del comparto della laboratoristica privata, con più di 700 strutture associate su tutto il territorio regionale. Perché, si chiede Lamberti, ad oggi "le Asl non hanno ancora provveduto a convocare i tavoli tecnici aziendali? Perché, come pure avrebbero dovuto, non hanno trasmesso ai centri accreditati, alle associazione di categoria ed alla speciale Commissione regionale di controllo delle prestazioni di specialistica ambulatoriale, i dati di spesa riferiti ai mesi di gennaio e febbraio?". "E perché - si chiede ancora Lamberti - la nuova piattaforma regionale di monitoraggio denominata 'Sinfonia', non ha ancora iniziato a fornire, ai soggetti istituzionalmente preposti al controllo, i dati di spesa e quindi le previsioni di consumo dei volumi di prestazioni programmati?". Ricordiamo, è la protesta del presidente di Federlab, che "il tempestivo e corretto monitoraggio del numero di prestazioni erogate e della correlata spesa, è indispensabile per l'adozione delle eventuali misure volte ad evitare il precoce esaurimento del budget assegnato". "Asl e Regione - è l'appello di Lamberti - si diano una mossa". "Il perdurare di questa situazione - è l'amara conclusione - rischia, infatti, di provocare seri danni ai centri poliambulatoriali privati accreditati. Da qui la scelta, inevitabile, di tutelarne gli interessi in tutte le sedi opportune".